Nutrimento per l'anima: i consigli di Faith!

  • da vedere: "Mine Vaganti", di F.Ozpeteck, con R.Scamarcio, A.Preziosi - 2010
  • da ascoltare: "Romeo e Giulietta", Prokofiev
  • da leggere: "Cieli di Zafferano", L.Lokko

domenica 24 dicembre 2006

Natale. E' tempo di migrare.

Che bello…è Natale. Le vetrine scintillanti, le lucine che sbrilluccicano, alberi e presepi, pacchi pacchetti e pacchettini…bello eh?

….NO! Non è bello! È terribile. Un impiccio senza fine. Un incubo.

Natale fin quando sei piccino significa tante cose belle. Significa niente scuola, abbuffate di dolci (e relativi mal di pancia, in effetti), pacchetti da scartare, pranzi dai nonni e lunghe giocate a tombola e sette e mezzo. Significa svegliarsi tardi la mattina e passare il giorno a guardare i cartoni e a giocare, barcamenarsi tra il cercare di scoprire cosa c’è nei pacchetti e la voglia di non rovinarsi la sorpresa. E poi la notte di Natale scoprire la casa di Barbie…una goduria assoluta!

Ma il sadismo del genere umano vuole che Natale, quando diventi adulto o qualcosa di simile, si tramuti in un qualcosa di indicibilmente stressante, una strada senza uscita!

I regali: la regola vuole che più il budget diminuisce (o precipita, come nel mio caso) più è difficile trovare qualcosa di carino. Inoltre quella cosa che avevi visto in quella vetrina, quella proprio perfetta per quella persona…quando vai a comprarla non c’è più. E infine ti spunta sempre un margine di due o tre regali che non avevi preventivato e che sei costretto a fare, nella migliore delle ipotesi, il 24 dicembre.
E si deve fare il regalo alla nonna…chi ci va? Fede, ho bisogno del tuo consiglio per scegliere la sveglia (!). E il regalo alla zia? Fede, regaliamole un profumo...vai tu che te ne intendi! E i regali ai cuginetti? Fede, prendili tu che sai scegliere meglio! Papà deve fare il regalo a mamma? Fede, accompagnami! Mamma deve fare il regalo a papà? Fede, accompagnami! Per non parlare della spesa…Mon dieu!

Il cenone fortunatamente a casa mia si consuma in maniera strettamente confidenziale, ovvero io e gli abitanti sotto il mio stesso tetto. Gioia et tripudio.

Per il pranzo del 25 invece si va dai nonni…e lì tocca sopportare stoicamente alcune situazioni piacevoli quanto un ciuffo di ortiche nei calzini.
Simpatici zii e cugini ogm (geneticamente modificati sì…è l’unica spiegazione che sono riuscita a darmi finora) non perdono occasione di lanciare battutine su presunti etti superflui, proprio nel momento in cui sto addentando una forchettata di fettuccine fatte in casa al ragù. O anche sul colore del golfino che porto, sul colore del mio smalto (sì, è smalto bordeaux…no, non ho aggiustato nessun motore…), insomma, su qualsiasi cosa si possa fare un commento azzeccato quanto un cavolo a merenda.
La nonna non si sa perché ci ingozza con dieci portate nel giro di un’ora (“nonna, siediti un attimo, no, non prendere ancora il pollo, nonna ho detto siediti e goditi il pranzo, nonna, non….nonnaaaaa!!” e non ti sente più, sta già correndo in corridoio verso la cucina.
E se magari ti azzardi a volerti godere un riposino (meritato, direi!) verrai svegliato dal tono di voce un tantino ma proprio un tantino alto del nonno che esprime le sue opinioni su qualsiasi argomento in modo, come dire, un po’ acceso.
Fortuna che c’è l’inimitabile pizza rossa della nonna...

Al momento, mi preparo psicologicamente per tutto questo!!

Attendo che il mio spirito raggiunga un livello superiore in cui diventi capace di non stressarsi, di sopportare ciò che è umanamente sopportabile e ignorare bellamente tutto il resto! Nel frattempo, mando a tutti i miei amici bloggers un sincero augurio di buon Natale! Gingol bell, gingol bell, gingol oll de uell!!! :)

That’s all, folks!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Buon natale mia cara Faith...dai,sopravviverai atutto questo....pensa solo a mangiare....

Faith ha detto...

Infatti è ciò che farò!!!
Oltre a scartare tanti bei pacchettini... :)

Buon Natale anche a te carissima!!!

Anonimo ha detto...

Buon Natale cara

Francesco ha detto...

Passerà, anche questa tappa obbligata passerà;)
Teniamo duro...

Anonimo ha detto...

Tanti auguri di Buon e felice Natale. Ricorda: il natale serve anche a ricordarci che c'è qualcosa che va oltre la stressante realtà delle feste. Spero tu 'passi' questo periodo nel miglior modo possibile...
Ciao a presto Poetessa
:*

Kiki ha detto...

T lascio un bacio ed una carezza.

Ancora Auguri, col cuore.

K.

Baol ha detto...

Eppure a me, anche adesso che ho 30 anni, l'aria natalizia piace :)
certo, anche io sono lo stronzo che va a fare i regali per tutti, siamo in due :)
Però quest'aria strana anche se ormai superconsumistica continua a piacermi molto.
Un bacione.....auguri di buone feste!

Fra ha detto...

In ritardo: auguri. Soprattutto per riuscire a terminare il tuo riposino..