Nutrimento per l'anima: i consigli di Faith!

  • da vedere: "Mine Vaganti", di F.Ozpeteck, con R.Scamarcio, A.Preziosi - 2010
  • da ascoltare: "Romeo e Giulietta", Prokofiev
  • da leggere: "Cieli di Zafferano", L.Lokko

mercoledì 5 maggio 2010

Came Back

Eh insomma sì, è vero, sono sparita. Mi posso giustificare solo dicendo che la mia mamma mi ha insegnato che se non si ha nulla di intelligente da dire, beh, sì, è proprio meglio tacere. Così, non avendo nulla di intelligente da dire, o un modo intelligente per dirlo, ho taciuto.

E proprio oggi mi è ritornato in mente il mio blog, le mie paginette virtualmente sgualcite su cui ho riversato per un po’ me stessa. E, diamine, quanto mi è mancato.

Per la verità anche adesso non ho nulla di particolarmente acuto da dire, ma mi mancava troppo cliccare su “pubblica post”. Vi potrei dire che questo quasi anno che è trascorso da quando non mi faccio viva non è stato dei più facili, nemmeno dei più brutti, sicuramente non dei più belli. Ci sono stati picchi di dolore che faticano ancora a lasciarmi, ma credo sia normale quando una persona cara prende il volo, irreparabilmente e inequivocabilmente. Di lei mi restano un ditale da cucito, la sensazione della pelle del viso così straordinariamente liscia sotto le dita, nonostante i profondi segni del tempo, e la fatica di non dimenticare il suono della sua voce, che adesso è ancora straordinariamente vivida ma che temo sbiadirà col tempo, come una vecchia foto. Per adesso è qui con me, ogni giorno.

Ci sono stati anche momenti molto belli, novità e cambiamenti, che per mia natura temo e desidero allo stesso modo. C’è una nuova casa, una nuova stanza tutta per me (finalmente!), nuove coinquiline. Nuovi interessi, e anche un ritrovare quelli vecchi che amavo e che mi ero persa nel tempo. C’è qualche problema personale, tanta fatica per risolverlo, e la speranza in un domani migliore.

Insomma, se fosse il trailer di un film, ci sarebbe veramente un po’ di tutto in questo anno passato. Naturalmente c’è sempre la vecchia Faith che si perde per le strade di Roma, che entra a provarsi delle scarpe in un negozio e non riesce più ad infilarsi le sue, che guida in autostrada dall’Abruzzo al Lazio, e dopo due ore con la quinta inserita sta per spaccare la macchina dimenticandosi dell’uso della frizione. La solita imbranata Faith, insomma.

Ci riproviamo, che dite?

5 commenti:

Baol ha detto...

Faith, ti sei presa un sacco di tempo...

BENTORNATA!!!

il Grande Fratello ha detto...

Era ora!

Anya ha detto...

Ciao Faith!
Probabilmente non leggerai mai questo commento,ma sento di dover comunque spendere qualche parola per te.
È da un po' di tempo che ho terminato di leggere questo blog, l'ho fatto in tre-quattro giorni, me lo sono proprio "mangiato". :P Volevo dirti che mi è piaciuto davvero tanto. È uno di quei blog che ti rimane dentro, probabilmente perchè è così genuino e vero che lo lasci entrare senza accorgertene. È stato un ottimo compagno, mi ha fatto ridere, sorridere, immaginare... "sentire" intensamente. È stato bello entrare nel tuo mondo...passato! Sembri davvero una bella persona, naturale, cosciente dei propri pregi e difetti, allegra, a volte malinconica, anche un po' buffa! :) Romantica e sognatrice. Mi sono un po' rispecchiata in te... e sai.. anche io avrei voluto fare all'università la facoltà che hai scelto...e Moulin Rouge è anche il mio film preferito! ^__^
Spero che in questi anni tu sia rimasta la stessa fondamentalmente, si cresce sì, ma come si dice.. "se nasci tondo non puoi morire quadro". :) E spero che tu sia felice e soddisfatta di te, della tua vita.... realizzata!
In questi casi mi chiedo sempre cosa possa pensare e come si possa sentire una persona rileggendo sprazzi della propria vita passati... tu, rileggi mai i tuoi "appunti di viaggio"? :)
Beh ti saluto Faith, in bocca al lupo per tutta la tua vita! :)

Anya

cooksappe ha detto...

torna!

enzorasi ha detto...

Concordo pienamente oon Anja... quasi 4 anni dopo. Buonissima vita Faith.